Prof. Francesco Tomasello
Clinica Neurochirurgica - Università degli Studi di Messina

Diminuisce il carattere Carattere normale Aumenta il carattere
Prof. Francesco Tomasello
Benvenuto nel Sito Web del Prof. Francesco Tomasello, dove potrà trovare le principali informazioni sulla attività accademica e professionale di neurochirurgo e sulle principali patologie delle quali si occupa.
Continua Il Prof. Tomasello ha ricevuto il 2 ottobre 2017 al Congresso Europeo di Neurochirurgia tenuto a Venezia il premio alla carriera attibuito all'unanimità dal Board Europeo per gli straordinari contributi alla neurochirurgia europea
Sei in: Home -> Campi di Interesse
Martedi, 23 aprile 2019
Se hai trovato utile questa pagina condividila con i tuoi amici!


Campi di Interesse




Galleria Fotografica


In questa sezione del sito, si possono visualizzare le foto relative agli eventi a cui il prof. Tomasello ha partecipato

Partecipazioni a programmi TV


In questa sezione del sito, si possono visualizzare i video relativi alle partecipazioni del prof. Tomasello a trasmissioni televisive

Contatti


In questa sezione del sito, sono indicate le sedi di lavoro dove poter contattare il prof. Tomasello per richieste visite e/o consulti

Congressi ed incarichi intern. recenti


14° European Congress of Neurosurgery
15th Interim Meeting della Federazione Mondiale delle Società Neurochirurgiche (WFNS) 9-12 Settembre 2015 Roma
14° European Congress of Neurosurgery
EANS Rome 2011 offers neurosurgeons an exceptional opportunity to attend lectures by an acclaimed international faculty on scientific and technical breakthroughs. The Congress also provides excellent networking opportunities and aligns with the goals of the European Association of Neurosurgical Societies - to promote enhanced scientific knowledge and the exchange of information between those in different cultures and training systems throughout Europe

Campi di Interesse

Nevralgia Trigeminale, conflitti neurovascolari


La Nevralgia Trigeminale, o Tic Douloureux, è una patologia caratterizzata da violente scosse dolorose che colpiscono il viso, nel territorio di innervazione di una o più branche del nervo trigemino.
Il nervo trigemino, o Quinto nervo cranico, è deputato alla trasmissione della sensibilità tattile e termo-dolorifica del volto. Si suddivide in tre branche, la prima innerva la fronte e l'occhio, la seconda la regione mascellare, mentre la terza innerva la regione mandibolare. Il Nervo Trigemino è altresì deputato alla innervazione motoria dei muscoli massetere, temporale e pterigoideo, interno ed esterno, coinvolti nella masticazione.

Territorio di innervazione delle 3 branche del nervo Trigemino     Anatomia del nervo Trigemino


La Nevralgia Trigeminale presenta una incidenza di circa 4 nuovi casi ogni centomila abitanti, più frequente nel sesso femminile con un rapporto M:F pari a 1:1,8 ed è rara sotto i cinquant'anni.
I sintomi sono caratterizzati da accessi dolorosi parossistici intensi, della durata di alcuni secondi, fino a 2-3 minuti, simili ad uno shock elettrico, o a una fitta, tipicamente riferiti ai bordi della bocca, all´ala del naso o alla guancia. Il dolore interessa rigorosamente una metà del volto e non si diffonde mai controlateralmente; inoltre, il territorio interessato è sempre lo stesso, ad ogni accesso ed è limitato ad una o più branche nervose. Più comunemente sono interessate la II e III branca nervosa.
Le crisi parossistiche possono comparire spontaneamente, ma più spesso sono scatenate dalla stimolazione tattile di particolari aree cutanee o mucose, dette trigger zone. Quindi l'esecuzione di azioni quotidiane come parlare, deglutire, masticare, ridere, sfiorare la cute del viso in punti particolari, può scatenare la crisi dolorosa. In alcuni casi risulta difficoltosa anche la rasatura del viso e l'esposizione diretta del viso stesso al vento. Gli attacchi possono presentarsi ripetutamente nell´arco della giornata, possono perdurare per giorni, settimane o mesi per poi scomparire per mesi o anni.
L´intensità del dolore e, soprattutto, la paura di un imminente attacco condizionano grandemente anche lo svolgimento delle comuni attività.
La sintomatologia viene definita atipica quando il dolore trigeminale è subcontinuo e sono presenti sintomi o segni di accompagnamento quali i difetti della sensibilità.
Circa il 95% dei casi di nevralgia tipica, parossistica, è causata dalla compressione del nervo trigemino, nella sua porzione intracisternale, da parte di strutture vascolari, più spesso arteriose. In questi casi si parla di Nevralgia Trigeminale da conflitto neurovascolare.
Nella maggior parte dei casi il conflitto neuro-vascolare è dovuto ad un anomalo contatto tra l´arteria cerebellare superiore ed, appunto, il nervo trigemino. In questi casi la sintomatologia algica è tipica.
Altre cause di nevralgia trigeminale possono essere i tumori della fossa cranica posteriore, che di solito sono benigni, e la sclerosi multipla. In questi casi la sintomatologia algica è solitamente atipica.
Per quanto riguarda la diagnosi i pazienti con nevralgia trigeminale vengono sottoposti ad approfondimento neuroradiologico tramite uno studio RMN encefalo. Questo studio è in grado di escludere la presenza di patologie neoplastiche o demielinizzanti e, con l'esecuzione di particolari sequenze radiologiche, dette CISS e TOF, può documentare la presenza di un conflitto neurovascolare.

Studio RMN encefalo che documenta un conflitto neurovascolare tra l'arteria cerebellare superiore ed il V nervo cranico    


Il trattamento medico standard si basa sull'utilizzo di farmaci antiepilettici come Carbamazepina, Dintoina e recentemente Gabapentin, Oxcarbazepina, Pregabalin, Lamotrigina. Per ottenere un adeguato controllo della sintomatologia dolorosa è necessaria una assunzione cronica dei suddetti farmaci e spesso risulta necessario implementare progressivamente il dosaggio ottenendo, di contro, anche un incremento degli effetti collaterali, come sonnolenza, vertigini ed alterazioni della crasi ematica.
Il trattamento chirurgico proposto è la decompressione microvascolare del nervo trigemino. Si realizza distanziando il vaso in questione dal nervo trigemino interponendo fra questi del materiale biocompatibile o autologo come tessuto muscolare. L´accesso chirurgico comporta la realizzazione di una incisione cutanea al di dietro dell'orecchio e di una piccola craniotomia retromastoidea. L´intervento chirurgico avviene in anestesia generale.

Immagine intraoperatoria di stretta contiguità tra il V nervo cranico ed una struttura vascolare     Immagine intraoperatoria di stretta contiguità tra il V nervo cranico ed una struttura vascolare venosa

Schema di un conflitto neurovascolare     Risoluzione del conflitto neurovascolare tramite interposizione di materiale eterologo


La risoluzione del conflitto neurovascolare con tecnica microchirurgica consente il raggiungimento di oltre il 90% di risultati positivi in pazienti ben selezionati. Nel 15% dei casi responsivi negli anni successivi si può assistere ad una ricorrenza del dolore.



Ultimo aggiornamento dei contenuti 13/12/2011